Dettaglio scheda pianta    Indietro


Nome scientifico Aloe barbadensis
Famiglia di appartenenza Aloaceae    (Altre piante di questa famiglia)
Sinonimi Aloe vera


Nomi comuni Aloe vera
Nomi tradizionali Popolazione: Indigeni Nativi dell'Amazonia    (Altre piante di questa popolazione)
Idioma: Lingua / Idioma sconosciuto
Nome: Sabila
Note:

Habitat in cui si sviluppa Equatoriale / Tropicale    (Altre piante in questo habitat)
Distribuzione geografica America Meridionale Tropicale    (Altre piante di questa area)
Descrizione .
Porzione di utlizzo Foglia
Azioni farmacodinamiche Analgesico o Antalgico    (Altre piante con questa azione)


Antinfiammatorio, antiflogistico    (Altre piante con questa azione)


Colagogo    (Altre piante con questa azione)


Coleretico    (Altre piante con questa azione)


Lassativo    (Altre piante con questa azione)


Depurativo    (Altre piante con questa azione)


Emolliente    (Altre piante con questa azione)


Vulnerario    (Altre piante con questa azione)


Anticancerogeno (Antitumorale)    (Altre piante con questa azione)


Utilizzi Medicinale    (Altre piante con questo impiego)

Le popolazioni dell'America meridionale usano il gel delle foglie dell'Aloe come antiinfiammatorio e analgesico dentale (uso locale), come lassativo e per le bruciature e l'alopecia. Altri usi: Abbassamento di voce, allattamento, allergie, alopecia, a. seborroide, anemia, angina pectoris, anomalie del cristallino, ansietà, afta, arteriosclerosi, artrite, artrosi, asma, bronchite, bruciori di stomaco, carenza di alimentazione, cellulite, capelli e cuoio cap. cura, colesterolo, congestione polmonare, costipazione, dermatiti, disordine cardiaco, disturbi digestivi, dis. gastrointestinali, desquamazione, diabete, diarrea, eczema, emorroidi, epatite, eritemi, herpes-h. boccale, escoriazioni, febbre, foruncoli, geloni, gengiviti, incontinenza, infezioni organi genitali, inf. vie urinarie, inf. della vescica, inf. uterine, ipertensione, itterizia, lombaggine, mal di gola, mestruazioni, irritazione ed invecchiamento della pelle, piaghe, prurito vulvare, psoriasi, raffreddori, riniti, seni rassodamento, sinusite, smagliature, stomaco gonfiore, tensione nervosa-stress, ulcere: orali, duodenali, cutanee, dello stomaco, delle gambe, vaginiti, varici, ustioni di vario genere.

Oli prodotti
Disturbi e malattie curate Acne    (Altre piante che curano questa malattia)
Uso generale: Interno/Esterno

Uso gemmoterapeutico:

Uso fitoterapeutico:

Alopecia    (Altre piante che curano questa malattia)
Uso generale: Esterno: massaggio locale

Uso gemmoterapeutico:

Uso fitoterapeutico:

Dispepsia, cattiva digestione    (Altre piante che curano questa malattia)
Uso generale: Ricetta 2: 20 g in 100 ml di alcool a 70° ( la droga finemente polverizzata va tenuta a macero per 10 giorni, agitando frequentemente) Uso digestivo 10 gocce Tintura composta: Miscelare parti uguali di tintura di Aloe, China, Genziana, Rabarbaro, 20 gocce prima dei pasti come digestivo.

Uso gemmoterapeutico:

Uso fitoterapeutico:

Ustioni    (Altre piante che curano questa malattia)
Uso generale:

Uso gemmoterapeutico:

Uso fitoterapeutico:

Intestino irritabile    (Altre piante che curano questa malattia)
Uso generale: Ricetta 1: Mezzo chilo di miele di api (miele puro, autentico), due foglie grandi o tre piccole di aloe vera, tre o quattro cucchiaiate di arak (o whisky) o cachaca brasiliana o tequila mexicana o grappa italiana). Il tutto immesso nel frullatore, naturalmente dopo aver levato la polvere dalle foglie e le spine dall' aloe. Ne vien fuori una crema. Ricetta 2: 20 g in 100 ml di alcool a 70° ( la droga finemente polverizzata va tenuta a macero per 10 giorni, agitando frequentemente) Uso lassativo 1-2 g al dì

Uso gemmoterapeutico:

Uso fitoterapeutico: 4 capsule al dì

Scottature solari    (Altre piante che curano questa malattia)
Uso generale:

Uso gemmoterapeutico:

Uso fitoterapeutico:

Molecole costituenti
RicercaLa ricerca condotta a partire dal 1930 negli Stati Uniti ed in Russia ha messo in evidenza che il gel chiaro gode di efficacia specifica nel guarire le ferite, le ulcere e le scottature, ponendo un rivestimento protettivo sull'area affetta, accellerando la velocità di guarigione. Questa azione è in parte dovuta alla presenza di Aloetina B, uno stimolante del sistema immunitario. Ha una lunga storia come lozione per la pelle. Si dice che Cleopatra attribuisce la propria bellezza alle qualità cosmetiche di questa pianta. Diventa popolare a partire dal 1950, quando si scopre la sua efficacia nel guarire le scottature, in particolare quelle solari. E' un eccellente rimedio per il primo soccorso, utile per le abrasioni e ustioni da fuoco. La foglia, una volta staccata, rilascia un gel lenitivo che può essere applicato sulla parte affetta, utile per quasi tutti i disturbi della pelle e sembra giovare alle vene varicose. L'effetto protettivo e benefico agisce anche per via interna. Il gel può essere usato per le ulcere peptiche e nelle sindromi da colon irritabile. Il liquido giallo-amaro presente nelle foglie (Amaro Aloe) contiene gli antrachinoni dotati di energica azione lassativa.
Avvertenze
Coltura
Bibliografia
Storia
Note
Autori che hanno contribuito


Top
CF 94079180488 Presidente: Marco Billi Tel. 055-4490598 cell. 334-2422344
e-mail: info@shangri-la-etnobotanica.org/e-mail: jarguna@me.com - © 2010 Association Shangri-La