Dettaglio scheda pianta    Indietro


Nome scientifico Angelica archangelica
Famiglia di appartenenza Apiaceae (Umbelliferae)    (Altre piante di questa famiglia)
Sinonimi
Nomi comuni Angelica
Nomi tradizionali
Habitat in cui si sviluppa
Distribuzione geografica
Descrizione .
Porzione di utlizzo Pianta intera
Azioni farmacodinamiche Tossifugo, Bechico    (Altre piante con questa azione)


Carminativo    (Altre piante con questa azione)


Espettorante    (Altre piante con questa azione)


Depurativo    (Altre piante con questa azione)


Tonico    (Altre piante con questa azione)


Amaro o stomachico    (Altre piante con questa azione)


Utilizzi
Erba medicinale apprezzata da vecchia data. The British Flora Medica (1877) riferisce che i lapponi consideravano questa pianta uno dei più importanti prodotti del terreno... Essi vanno soggetti a gravi coliche, contro cui la radice di angelica è uno dei principali rimedi. I gambi vengano caramellati e serviti come dolcetti. L'Angelica è un rimedio riscaldante e tonico che gioca un importante ruolo in un'ampia gamma di malattie. Tutte le parti della pianta aiutano ad alleviare la digestione difficile, flatulenza e le coliche. Inoltre può essere utile in casi di circolazione insufficiente, poichè migliora il flusso sanguigno periferico. Viene considerata un trattamento specifico nella malattia di Buerger, una patologia che ispessisce le arterie di mani e piedi. Migliorando il flusso sanguigno e stimolando l'espettorazione del muco in eccesso, le proprietà riscaldanti e toniche dell'angelica portano sollievo a bronchiti e a patologie debilitanti che colpiscono il torace. Per i problemi respiratori sono più comunemente utilizzate le radici, ma anche i gambi e i semi svolgono un'azione analoga. Una delle prerogative principali di questa pianta è l'aroma, che ne fa una delle piante di maggior uso nella liquoristica tradizionale; in effetti l'Angelica è un esempio di felice connubio fra le caratteristiche aromatiche e digestive. L'Angelica deve essere impiegata sempre a dosi basse (2/3 gr in 100 ml di acqua): infatti a piccole dosi la droga agisce come stimolante, a dosi alte l'azione si inverte e si ha un'azione fortemente depressivo. Questo comportamento può essere citato ad esempio di come dalle piante si possono ottenere effetti benefici rispettando il criterio di cominciare sempre con dosi molto basse, di non superare mai quelle indicate e di sospendere l'utilizzazione al primo accenno di inconvenienti. L'Angelica stimola il senso dell'appetito, facilita la digestione, attenua i dolori di stomaco, favorisce l'eliminazione dei gas intestinali. E' altresì utile per favorire la comparsa delle mestruazioni.

Oli prodotti
Disturbi e malattie curate Acidità    (Altre piante che curano questa malattia)
Uso generale: Aromatica, tonica dello stomaco: lunga infusione, quantitativo per un giorno da dividere in un bicchiere dopo i pasti: Coriandolo 2 g, Calamo 1 g, Angelica a. 1 g, Salvia 1 g, Olio essenziale di Pompelmo 1 goccia.

Uso gemmoterapeutico:

Uso fitoterapeutico:

Depressione    (Altre piante che curano questa malattia)
Uso generale: Angelica (Arcangelica) 2/3 gr al dì

Uso gemmoterapeutico:

Uso fitoterapeutico:

Colon irritabile    (Altre piante che curano questa malattia)
Uso generale:

Uso gemmoterapeutico:

Uso fitoterapeutico: 20 gocce, 1-3 volte al dì

Molecole costituenti
Ricerca
AvvertenzeEvitare in esterno (soprattutto al sole o raggi UV, fotosensibilizzante), o localmente, sulla schiena. Non assumere durante la gravidanza.
Coltura
Bibliografia
Storia
Note
Autori che hanno contribuito


Top
CF 94079180488 Presidente: Marco Billi Tel. 055-4490598 cell. 334-2422344
e-mail: info@shangri-la-etnobotanica.org/e-mail: jarguna@me.com - © 2010 Association Shangri-La